Story viewer: il nuovo follow/unfollow?

Probabilmente è capitato anche a te di notare che profili molto grandi, che non ti seguono (questo dettaglio è molto importante), guardino le tue stories.
A volte risaltano subito all’occhio per via del fatto che hanno la spunta blu, altre volte perché sono profili russi.
Ma per spiegare questa situazione e aiutarti a comprenderla fino in fondo, facciamo un passo indietro. Ti racconterò tutto ciò che c’è da sapere sullo Story Viewer.

Da dove nasce lo story viewer?

Il 4 giugno Instagram ha aumentato le restrizioni dando un duro colpo alle automazioni, in particolar modo al follow/unfollow.

Non potevo scegliere immagine migliore…

Questo ha avuto due conseguenze nel mercato:

La prima, che centinaia di Social Media Manager si sono trovati da un giorno all’altro con tutti i profili bloccati e di conseguenza sono passati dal fatturare X€ a 0€. Tutti? Ovviamente no. Soltanto chi non è stato così lungimirante da capire che non poteva basare l’intero successo sull’utilizzo di un’automazione su cui non aveva il controllo.

Il secondo è che dall’altra parte si sono venuti a creare migliaia di clienti disposti a pagare, senza un servizio da comprare.

È proprio in questo contesto che si è inserito lo Story Viewer.

Certo, esisteva anche prima. Soltanto che nessuno gli dava importanza, perché il F/U aveva un follow-back ratio nettamente maggiore. Tra un paio di paragrafi te lo spiego meglio.

Come funziona lo story viewer?

Questa automazione, prima di arrivare anche in Italia, ha iniziato a diffondersi in Russia (non ce n’è… sono sempre un passo avanti noi in merito ad Instagram, la maggior parte degli aggiornamenti e delle novità arrivano sempre da lì).

Forse adesso capisci il motivo per cui c’è stato un periodo in cui eravamo invasi da gnoccolone Russe che ci guardavano le stories manco fossimo David Beckham sui cartelloni di Armani.

La forza di questo strumento è che sfrutta una mancanza di limitazione da parte di Instagram in merito al numero massimo di storie che un profilo può guardare. Risultato: un profilo può arrivare a guardare anche 2.000.000 (due milioni) di storie. Al giorno.

Lo story viewer è il nuovo follow – unfollow?

È proprio in questo contesto, dove c’è una domanda nel mercato da soddisfare e che chiede a gran voce di crescere ma non ci sono servizi da comprare, che questa tecnica è esplosa. Andando di fatto a sostituire quello che prima era il follow/unfollow. Solo che a un prezzo decisamente più alto, per ora. Perché sono ancora in pochi a poter proporre questo servizio (la domanda è maggiore dell’offerta. Sicuramente i prezzi caleranno nei prossimi mesi).

Il principio alla base è lo stesso:

  • Dai le credenziali del tuo profilo
  • Un’automazione compirà azioni al posto tuo
  • Gli utenti vedendo il tuo profilo tra la lista di chi guarda le loro storie si incuriosiscono
  • Una parte di loro visualizza il tuo profilo
  • Una parte di quella parte deciderà di seguirti.

Semplice.

L’unica differenza è che mentre prima, con delle buoni fonti, (dove per buone parliamo di QUANTITÀ, non di qualità, sia chiaro) si poteva raggiungere anche oltre il 50% di follow-back ratio con 700 azioni al giorno (tradotto in soldoni 350+ follower).

Lo story viewer sembrerebbe avere un follow-back ratio inferiore allo 0,15% (quindi facendo i conti della serva, se ti va bene circa 1.500 nuovi follower per 1.000.000 di views al giorno)

Come riconoscere un profilo che lo utilizza?

Parlando di dati statistici

Un profilo che utilizza questa tecnica avrà un’impennata molto visibile in termini di visite al profilo, impression e reach (dati business). Questo è facilmente spiegabile considerando che va a “disturbare” centinaia di migliaia di profili al giorno, che incuriositi vanno a visitare il suo profilo.

La cosa curiosa è che la crescita in termini di follower, like e commenti non rispecchiano, in proporzione, la crescita esponenziale dei dati business. Ma sono molto al di sotto. Questo differenza è spiegata dallo 0,15% di follow-back ratio.

Parlando di grafici

Osservando i grafici di crescita, soprattutto quella giornaliera, l’utilizzo dello story viewer può essere facilmente identificato in quei profili in cui da un giorno all’altro si registra un aumento sensibile della crescita dei follower. Soprattutto se questo fenomeno è iniziato da dopo il 4 giugno.

Sarò onesto, è molto più facile capirlo guardando i dati business di un profilo che le vanity metrics (incremento follower). Tuttavia, a meno che la persona, o l’azienda, sia diventata improvvisamente famosa (online o offline) o produca contenuti virali, è difficile giustificare una cambio di crescita così netto.

In questo caso può anche venirti in aiuto controllare i valori di like e commenti dei post.

Parlando di stories

Questo è forse il più immediato, ma occhio ad accusare qualcuno senza esserne certi.

Se scrollando la lista di chi vede le tue stories trovi un profilo con spunta blu (ovvero verificato), profili stranieri o comunque profili molto grandi che ti hanno guardato le stories, ma che non ti seguono (a maggior ragione se non hai inserito hashtag o geolocalizzazione)… beh mi spiace dirtelo, ma non credo siano realmente interessati a te.

Se a questo poi ci aggiungi un secondo check su ninjalitics.com (quello descritto prima), basta fare 2+2=4.

È ammesso da Instagram?

Ovviamente no. Le condizioni di base di Instagram parlano chiaro:

“3. L’utente è responsabile di ogni attività che avviene all’interno del proprio account e accetta di non vendere, trasferire, concedere su licenza o assegnare a terzi il proprio account, i suoi follower, il nome utente o qualunque diritto sull’account.

5. L’utente ha la responsabilità di mantenere segreta e sicura la propria password.

15. È proibito creare account con i Servizi attraverso mezzi non autorizzati, incluso, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l’uso di dispositivi, script, bot, spider, crawler o scraper automatizzati.”

Come posso bloccarlo?

Purtroppo non puoi farci molto.
O meglio, qualcosina che puoi fare c’è… ma non risolverà al 100% il problema.

Apri le impostazioni delle stories di Instagram ed escludi la Russia dai paesi che possono vedere le tue storie. È una soluzione un po’ drastica, lo so. @grace_theamazing non potrà più vedere le tue storie (Grace torna in Italia!), però almeno i profili che usano i bot non ti romperanno più le scatole (in parte scompariranno anche le views di alcuni profili italiani, in quanto alcuni Social Media Manager rivendono direttamente il servizio Russo).

AGGIORNAMENTO: Instagram ha di recente rimosso la possibilità di escludere paesi specifici dalle views delle proprie storie. Questo significa che attualmente l’unico modo per non essere vittime di chi utilizza lo Story Viewer è avere un profilo privato 🙁

 

Wow, sei arrivato fino in fondo! Scusa se ho scritto un po’, ma ci tenevo a fare un articolo completo.

Adesso la domanda è:

Quanto durerà prima che Instagram intervenga?!?

Ne parliamo nel prossimo articolo!

Co-fondatore di Ninjalitics. Biondo, occhi azzurri, 1.75

4 comments On Story viewer: il nuovo follow/unfollow?

Leave a reply:

Your email address will not be published.